La stesura della Tesi

Caratteristiche dell’elaborato

Il testo della Tesi di Laurea deve presentare le seguenti caratteristiche:

1. Chiarezza: deve essere scritto in modo chiaro e fluido, rendendo espliciti e comprensibili sia i concetti espressi sia i nessi tra i diversi concetti, coerentemente con il tema che si intende trattare.

2. Sequenzialità lineare: i contenuti vanno presentati in modo ordinato rispetto a ciò che si intende spiegare evitando eccessive frammentazioni e rimandi di un contenuto. Se ad esempio si vuole spiegare un concetto complesso su cui esistono diverse definizioni, su cui vari autori hanno espresso un loro pensiero e di cui esistono varie classificazioni è bene affrontare i diversi livelli citati ordinatamente. Se sono presenti più definizioni si può esplicitare a quale si farà riferimento nel corso del lavoro.

3. Completezza: quando si presenta un contenuto, un pensiero di un autore o un concetto, questo deve essere presentato in modo completo piuttosto che in modo parziale o disordinato. Leggi tutto “La stesura della Tesi”

Ricerca fonti e Tesi di ricerca

 Ricerca fonti

La ricerca delle fonti può essere svolta nelle Biblioteche universitarie ed istituzionali, come anche in quelle online, su siti web attinenti l’argomento di studio ed in banche dati informatiche specializzate.

La ricerca delle fonti, oltre ad essere svolta in modo diretto, può prendere spunto dalla visione delle bibliografie di testi o articoli già consultati, recenti e ritenuti basilari per l’argomento trattato.

Per quanto riguarda la ricerca interna al Campus si consiglia la consultazione del catalogo EBSCO.

Per quanto riguarda la risorsa internet, di seguito vengono presentati esempi di banche dati internazionali che offrono liberamente la possibilità di visionare o scaricare sul proprio computer una gran quantità di articoli scientifici riguardanti tematiche psicologiche, mediche e sociali:

PMC: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/;

EUROPE PMC: Europe PubMed Central, http://europepmc.org/;

PNAS: Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America, http://www.pnas.org/;

PLOS ONE: Public Library of Science, http://www.plosone.org;

GOOGLE SCHOLAR: http://scholar.google.it/. Per fare una efficace ricerca con Google Scholar, scrivere la parola chiave e nelle pagine dei risultati controllare quelli con la fonte del documento scritta al lato; per visionare o scaricare il documento è necessario fare click sulla colonna a destra (Figura 5).

esempio ricerca

Figura 5. Modalità di ricerca con Google Scholar Leggi tutto “Ricerca fonti e Tesi di ricerca”

Riepilogo della struttura della Tesi

Frontespizio: il frontespizio deve avere l’intestazione dell’Università (ma non il logo), la descrizione del tipo di tesi, il titolo, l’autore ed il relatore, l’anno accademico (vedi Appendici).

Introduzione: può ricalcare la stessa impostazione utilizzata nella Presentazione del Progetto di Tesi.

Capitoli: contenuto dei capitoli.

Conclusioni: devono contenere la sintesi dei concetti principali trattati nella Tesi, evidenziandone il nesso con l’obiettivo della Tesi stessa. Si può sottolineare a cosa si è giunti con questo elaborato ed è bene concludere anche con un riferimento agli aspetti applicativi dell’argomento trattato o a ciò che ulteriormente potrebbe essere approfondito.

Bibliografia: va redatta secondo le indicazioni riportate. Leggi tutto “Riepilogo della struttura della Tesi”

Come fare la Bibliografia della Tesi

Bibliografia

La bibliografia va scritta secondo il metodo descritto nell’appendice. In essa è proposta uno stralcio di bibliografia scritta al fine di favorirne la comprensione e di essere un esempio da consultare ogniqualvolta servisse. In bibliografia devono essere incluse anche fonti in lingua straniera. Nella formattazione finale si può usare il rientro, per dare maggiore visibilità agli autori (figura 3). Una volta completato il testo della tesi, bisogna accuratamente verificare che tutti gli autori citati, in modo diretto o indiretto, siano stati inseriti nella bibliografia.


Figura 3. Misure del rientro in bibliografia

rientri biblio

Sitografia

Va inserita dopo la Bibliografia con l’intero indirizzo web (url) per ogni voce più la data; nel testo il riferimento sitografico riporterà solo il nome del sito con la data, nel caso si citasse un autore specifico sarà riportato come i riferimenti bibliografici. Leggi tutto “Come fare la Bibliografia della Tesi”

A cosa fare attenzione…

In questo articolo, elenchiamo alcuni elementi metodologici a cui bisogna necessariamente fare attenzione. Sono elementi della Tesi, spesso considerati così ovvi da non essere quasi considerati. Invece, trascurarli significa farsi criticare il lavoro in sede di esame di laurea e svilire mesi di impegno e fatica.


Interlinea

L’interlinea è 1,5 su tutto il testo, mentre in Bibliografia e nell’indice può essere anche minore.

Rientri

Si possono usare i rientri della prima riga senza esagerare sulla misura (figura 1).

rientri parag
Figura 1. Misura del rientro della prima riga Leggi tutto “A cosa fare attenzione…”

Il Progetto di Tesi

 PREPARAZIONE DEL PROGETTO DI TESI

 

Il Progetto di Tesi: il progetto di Tesi da consegnare in Segreteria Generale per l’approvazione del Gruppo Gestore deve contenere le seguenti parti:

  1. Frontespizio

  2. Presentazione

  3. Schema di Tesi

  4. Bibliografia

 

Come organizzare il Progetto di Tesi: il Frontespizio è lo stesso che verrà utilizzato nella Tesi, con la sola differenza che invece della frase “Tesi di Baccalaureato (Triennale)/Licenza” viene utilizzata la frase “Progetto di Tesi di Baccalaureato (Triennale)/Licenza”. La Presentazione deve contenere: Leggi tutto “Il Progetto di Tesi”

Quale argomento scegliere per la propria Tesi?

I due punti trattati in questo articolo potranno servire a schiarire un poco le idee su come iniziare con la Tesi: quale argomento scegliere? E soprattutto, come fare a scegliere l’argomento da trattare nella Tesi?

Scelta del tema: la scelta del tema nasce solitamente da un interesse personale ad approfondire un determinato argomento in accordo con il docente che seguirà la tesi (relatore).

Sebbene spesso l’interesse iniziale riguardi un tema generale, risulta necessario arrivare ad una scelta più focalizzata. La focalizzazione può riguardare gli aspetti specifici dell’argomento generale o gli ambiti di applicazione. Leggi tutto “Quale argomento scegliere per la propria Tesi?”

Guida alla compilazione della Tesi

Indicazioni di base per compilare una Tesi di laurea Secondo il metodo “Standard 2”

 

La Tesi rappresenta il lavoro finale a completamento del percorso triennale o di licenza.

Consiste in un elaborato scritto, che verrà discusso oralmente in sede di laurea, in cui viene approfondita una tematica specifica attinente al corso di Laurea frequentato.

Essa va redatta facendo riferimento a fonti bibliografiche pertinenti l’argomento trattato e presentandone una rielaborazione critica (non è un copia-incolla). Leggi tutto “Guida alla compilazione della Tesi”